Tel +39 335 5297351

Materassi carcere di Adigrat

Quella di Adigrat si potrebbe meglio definire una casa di riabilitazione piuttosto che una vera e propria prigione. Tutti i detenuti (1300 uomini e 50 donne) svolgono quotidianamente un’attività lavorativa all’interno di questa struttura carceraria che potrebbe, per certi versi, essere assunta a modello, al di là delle oggettive carenze strutturali dettate dalla mancanza di denaro da parte dell’amministrazione locale.

Percentuale di finanziamento:
0%

Raggiunto:

Traguardo: 

Livello di realizzazione: Concluso
Numero beneficiari: 1350 detenuti
Finanziabilità: Finanziato
Donatore: Associazione Volontari l’Accoglienza – Fondazione Butterfly onlus
Termine progetto: Gennaio
 2013

Materassi carcere di Adigrat

Presso questo carcere nessuno ha la possibilità di restare senza fare nulla: tutti i detenuti svolgono un’attività articolata e strutturata..esiste una falegnameria, una officina di carpenteria meccanica, una stalla, si producono blocchetti per edilizia, manufatti in cotone, coperte, tappeti e articoli vari che i detenuti possono vendere  all’esterno del penitenziario.

La Fondazione Butterfly, grazie al contributo della Associazione Volontari l’Accoglienza di Caselle (To),  ha in passato realizzato all’interno di questo carcere, un pozzo di acqua potabile quando la disponibilità di acqua pro capite per bere e scopi igienici era limitata a solo un litro al giorno ed un laboratorio di formazione parrucchiere per garantire alle donne un lavoro al momento del loro rilascio.

Nel corso della nostra recente visita di  Ottobre 2012, ci siamo resi conto, visitando le camerate dei detenuti, su loro esplicita accorata richiesta, che le stesse  erano sprovviste non solo di letti ma anche di semplici materassi.  A disposizione di tutte queste persone, solo un giaciglio di fortuna per cercare di dormire dopo una intensa giornata di lavoro.

L’Associazione Volontari l ‘Accoglienza di Caselle (To) non è rimasta insensibile alla nostra richiesta di attenzione e ha finanziato l’acquisto di un materasso per tutti i detenuti del carcere e di 25 letti a castello per le 50 donne.

In data 31 gennaio 2012  assieme a Don Sergio, presidente della Associazione volontari l’Accoglienza, abbiamo potuto  renderci conto personalmente che tutti i materassi erano stati consegnati. Nel mese di Marzo 2013 anche i letti a castello  per le due camerate riservate alle donne sono stati regolarmente consegnati.

Per maggiori informazioni:

Condividi su:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su google
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr
Condividi su reddit
Condividi su vk
Cerca un progetto: